PER SAPERNE DI PIU'

Ryoji Ikeda (Gifu, 1966) è un compositore e artista giapponese. Viene citato fra i maggiori esponenti della computer music contemporanea e i suoi album +/- (1996), 0 °C (1998), matrix (2000), dataplex (2005) e test pattern (2008) sono considerati pionieristici nell’ambito della musica astratta contemporanea. Viene inoltre ricordato per essere uno dei pochi artisti sonori noti a livello internazionale.
Durante la propria carriera, Ikeda ha realizzato numerose installazioni sonore lungo tutto il mondo, suonato con il gruppo multimediale Dumb Type, e lavorato come professore di incisione alla Musashino Art University di Tokyo. Attualmente vive e lavora a Parigi.
Le sue composizioni, generalmente austere ed astratte e strettamente correlate al sottogenere della musica Glitch, possono essere “collage” astratti di campionamenti oppure il risultato di una modulazione dei parametri sonori applicati a pochissime fonti a volte accompagnate da un ritmo. Per realizzare la propria musica, Ikeda ha spesso adoperato i suoni provenienti da apparecchiature digitali, quali stridii di connessioni fax, rumori di fonti radio, segnali prodotti da un computer o da codici Morse e altri. Sebbene i suoi brani ricordino a volte il minimalismo sperimentale di La Monte Young e Alvin Lucier, alcune delle sue pubblicazioni più recenti risentono l’influenza del Dub e della Techno Minimale.