PER SAPERNE DI PIU'

MArteLive e Sparwasser presentano Orelle in concerto. Orelle. La cantautrice presenta i suoi inediti in italiano e inglese, con atmosfere tendenti all’acoustic rock/jazz che strizzano l’occhio anche a suoni più dream o aspri in un pop sperimentale dai contorni delicati. "Orelle, oltre ad essere un comune francese della Savoia di pochissimi abitanti, è anche lo pseudonimo di Elisabetta Pasquale, cantautrice pugliese che esordisce con il suo ep “Primulae Radix”, un disco che, proprio come la primula, lascia grandi speranze per un futuro ancora più fiorito. Il mix nel disco è perfetto. C’è di tutto e tutto si fonde alla perfezione negli arrangiamenti e nelle scelte musicali e vocali: armonia ed equilibrio tra rock, cantautorato, elettronica, archi, ondate di jazz e pennellate che hanno un sapore pop. Orelle canta, suona la chitarra, il basso e il contrabasso, come se ci fosse bisogno di un’ulteriore nota di merito." (RockIt) "“Una voce provenzale, una verve cantautorale soggiogata alla potenza evocativa di una trama sonora che strizza l'occhio a quel filone del pop sperimentale non estraneo alla contaminazione rock/jazz" (JazzItalia). ●L'evento è inserito all'interno della Biennale MArteLive - sostenuta dal MiBACT e Regione Lazio e patrocinata da Roma Capitale – è una naturale evoluzione del festival MArteLive, nato nel 2001, e si realizzerà dal 5 al 10 dicembre 2017 con sei giorni e sei notti di arte, musica, performance e cultura in tutte le sue forme (le categorie in concorso sono sedici: musica, fotografia, videoclip, deejing, videoarte, teatro, danza, letteratura, arte circense, pittura, grafica, street art, cinema, moda e riciclo, artigianato, scultura). Nei sei giorni di festival è previsto un main event (MArteLive Lo Spettacolo Totale) dal 5 al 6 dicembre, ed in contemporanea diversi eventi off legati ai vari progetti speciali dal 7 al 10 dicembre.Il main event della Biennale si svolgerà il 5 e 6 dicembre al Planet. Per due giorni andrà in scena MArteLive con il suo format storico che ancora oggi mantiene la carica innovativa, grazie alla varietà e alla complessità della proposta artistica di un evento con 16 discipline artistiche, caleidoscopio attraverso cui l’arte appare nelle sue numerose forme espressive. Le diverse performance live che nei primi giorni si svolgeranno in un’unica location, a Roma, si sposteranno poi nei giorni successivi dal 7 al 10 dicembre, simultaneamente in più location distribuite in tutta la città e nelle Province coinvolte, con l’intento di invadere d’arte l’intera regione, dando vita a quella che abbiamo definito la settimana Bianca dell’arte e della cultura.
Ti piace questa zona?
Guarda la programmazione dei concerti nel quartiere Pigneto-Prenestino-Casilino