“Water of change” è il secondo lavoro della formazione scozzese BEGGARS OPERA, capitanata dall’organista Alan Park. Fu pubblicato nel 1971 dalla leggendaria etichetta Vertigo che la Philips aveva creato allo scopo d’intercettare le nuove tendenze musicali dei giovani. Un bell’album di progressive con un ottimo equilibrio tra le parti organistiche e quelle eseguite dalla chitarra graffiante di Ricky Gardnier ma non sufficiente per permettere alla band di entrare nel gotha dei migliori gruppi del periodo.
La band era estremamente efficace dal vivo e dopo la sua straordinaria esibizione al Great British Rock Meeting a Speyer, in Germania, nell’agosto 1971, piazzò Time Machine in vetta alle classifiche tedesche. Dopo lo scioglimento nel 1975 la band si riformò nel 1981 ed è ancora attiva.
Lo trovi sicuramente da Red-ki: Beggars Opera “Water of change” || Vertigo 1971 || €130,00