Scritto da Tommaso Pincio, una delle penne italiane più valide dell’ultima generazione, “ Un amore dell’altro mondo ” è la commovente storia romanzata di Kurt Cobain: il ragazzo più che la rockstar. Raccontato interamente da Boddah, l’amico immaginario a cui Kurt indirizzava le pagine del suo diario, questo è un viaggio insonne nell’America di fine millennio, in un’epoca di rock e droga mentre in tv scorrono le immagini di Twin Peaks, della Guerra del Golfo e dove tutta una  generazione ha visto scomparire la propria idea di futuro. “ Un amore dell’altro mondo ” per fortuna non è una storia sulle camicie di flanella a quadretti di Kurt Cobain bensì ci fa intravedere l’immensa dolcezza dei perché di tanta rabbia urlata.

“ Una vita immersa nella grigia desolazione della provincia dove le villette esalano i sinistri odori dei dolci fatti in casa e delle tazze di caffè nero fumante, e le tende delle finestre nascondono l’intimità perversa e sanguinaria di famiglie senza speranze. […] Aberdeen era una specie di Twin Peaks senza misteri. Anche se era tutto da dimostrare che ad Aberdeen non ci fossero misteri” (pag. 158).

 

Lo Trovi Sicuramente da Altroquando
Un Amore Dell’Altro Mondo, Pincio, Einaudi, €15,00