Sono tantissimi gli appuntamenti dedicati agli amanti della musica classica di Roma. The Carousel ha selezionato per voi concerti, rassegne e festival per tenervi sempre aggiornati sul magico mondo della musica classica e contemporanea.



Il Teatro Dell’Opera di Roma, una delle più prestigiose istituzioni della Capitale, offre una programmazione di altissimo livello: il primo appuntamento è con Rigoletto, di Giuseppe Verdi (dal 30 novembre al 18 novembre 2018), con i baritoni Roberto Frontali e Sebastian Catana, che si alternano nel ruolo di Rigoletto, i tenori Ismael Jordi e Ivan Ayon Rivas, che interpretano il Duca di Mantova e le soprano Lisette Oropesa e Claudia Pavone nei panni di Gilda. L’orchestra è diretta da Daniele Gatti mentre la regia è affidata a Daniele Abbado.
Dal 28 dicembre al 6 gennaio, l’Orchestra del Teatro dell’Opera di Roma diretta dall’israeliano Nir Kabaretti e il Corpo di Ballo del Teatro, mettono in scena uno dei più famosi balletti di sempre, Il Lago dei Cigni, del compositore Pëtr Il’ič Čajkovskij Cajkovskij, con coreografie di Benjamin Pech.
Dal 25 novembre 2018 al 26 gennaio 2019, tornano Alfredo (interpretato dai tenori Antonio Poli, Alessandro Scotto di Luzio e Giulio Pelligra) e Violetta (interpretata da Jessica Nuccio, Claudia Pavone, Valentina Varriale), i protagonisti de La Traviata di Giuseppe Verdi. La direzione dell’orchestra è di Pietro Rizzo, mentre la regia è di Sofia Coppola.
Il mese di febbraio è dedicato alla Carmen di George Bizet, con l’Orchestra diretta da Louis Lohraseb.
Dal 15 al 22 marzo è in scena l’opera in tre atti Orfeo e Euridice di Christoph Willibald Gluck, con la direzione di Gianluca Capuano e la regia di Robert Carmen e il tenore Carlo Vistoli e la soprano Mariangela Sicilia, rispettivamente nei ruoli di Orfeo ed Euridice.



La programmazione dell’Auditorium Parco Della Musica 2018-2019 dedica grande spazio alla musica classica con concerti di prestigiose orchestre ed ensemble come l’Accademia Barocca di Santa Cecilia, Musiciens du Louvre, Archi di Santa Cecilia, e di grandi solisti internazionali come il violinista libanese Ara Malikian (all’Auditorium della Conciliazione) e i pianisti Andràs Schiff, Emanuel Ax, Alexandre Tharaud e Arcadi Volodos. Per gli amanti della musica contemporanea, segnaliamo invece le performance del musicista elettronico giapponese Ryoi Ikeda e le esibizioni dal vivo del violoncellista e compositore olandese Ernst Reijseger, del contrabbassista e compositore Daniele Roccato e del chitarrista, pianista e compositore brasiliano Egberto Gismonti.



La stagione 2018-2019 dei concerti dell’Istituzione Universitaria Concerti, dell’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”, dedica ampio spazio a compositori romantici, barocchi e contemporanei. Due eventi sono dedicati interamente a Wolfgang Amadeus Mozart: L’Orchestra Sinfonica Abruzzese, diretta da Giancarlo De Lorenzo, con il soprano Maria Sadaryan, è la protagonista di Bravo Amadeus!, un concerto con arie tratte dalle più celebri opere del compositore austriaco; Il Quartetto di Cremona in Esplorando Mozart, esegue invece i celebri quartetti n.14 K.387 e n.15 K.421/417b.
Rinaldo Alessandrini e l’Ensemble Concerto Italiano eseguono brani di Bach per il concerto “Bach: Variazioni su Variazioni”. L’Orchestra Sinfonica Siciliana diretta da Maxime Pascal e il baritono Otto Katzameier eseguono invece composizioni di Stockhausen, Debussy e Mahler.
Si esibiscono in concerto anche i grandi maestri del panorama della musica classica internazionale, come il pianista Bruno Canino, con un concerto con musiche di Haydn, Clementi, Gottschalk e Cage, il pianista e compositore Friedrich Rzewski che esegue il suo lavoro Never Be Defeated (36 variazioni per pianoforte sul brano “El Pueblo Unido Jamàs Sarà Vencido” di Sergio Ortega) e il pianista Michele Campanella. Nel mese di maggio si esibisce in concerto, con brani di Brahms, Ravel e Saint-Saens il celebre violinista Uto Ughi.
L’Aula Magna della Sapienza ospita inoltre le esibizioni di giovani talenti del mondo della musica classica, come la pianista francese Lise de la Salle, il duo formato dal violoncellista armeno Narek Hakhnazaryan e dalla pianista russa Oxana Shevchenko, i pianisti Ivan Krpan, Alexander Romanovsky e Herbert Schuch.



Gli altri appuntamenti imperdibili, per quanto riguarda la musica classica, sono quelli offerti dalla nuova stagione 2018-2019 della Roma Sinfonietta che, in collaborazione con l’Università di Roma Tor Vergata, vede i propri concerti ospitati presso l’Auditorium Ennio Morricone: L’Ensemble Sinfonietta, diretta da Fabio Maestri, esegue l’opera Trouble in Tahiti di Leonard Bernstein; L’Ensemble Stradella Young Project, diretto da Andrea De Carlo, esegue l’oratorio per 5 voci Santa Editta del compositore Alessandro Stradella. Sempre all’Auditorium Ennio Morricone si tengono i concerti della formazione Ottoni della Cappella Sistina, e dei pianisti Leonardo Pierdomenico e Pierluigi Camicia.



Anche il giovane ateneo di Roma Tre offre al pubblico una programmazione di concerti musica classica di alto livello: nell’Aula Magna della Facoltà di Lettere e Filosofia si tengono i concerti dei pianisti Federico Ercoli, Umberto Jacopo Laureti, Damiano Paci, Emanuele Stracchi e Giulio Potenza; presso il Teatro Palladium di Roma, dall’8 novembre al 9 dicembre si svolge la rassegna “Flautissimo”interamente dedicata allo strumento del flauto, con con musiche di Philip Glass e Lowell Liebermann, Claude Debussy, Franz Schubert André Jolivet, Antonio Vivaldi, Ludwig van Beethoven, Césear Frank e Carl Frühling.

Roma, 26 novembre 2018
a cura di Federico Maria Venditozzi